Frederique Constant e Riva Historical Society riprendono il largo

Oltre 30 anni fa, nel 1988, nasceva una Maison, giovane, indipendente e familiare, nel cuore dell’orologeria svizzera, a Ginevra. Contemporaneamente, sulle coste italiane, veniva inaugurata un’associazione destinata a celebrare la Dolce Vita preservando uno dei suoi gioielli più famosi: il celebre Riva. Yacht leggendario i cui primi esemplari, interamente realizzati in legno e a mano, rappresentavano simbolo della dolce vita italiana, dagli anni ’20 agli anni ’60. Nel 2009, Frederique Constant e l’associazione Riva, danno vita a una collaborazione ininterrotta, il cui frutto è la collezione Runabout. Frederique Constant presenta, oggi, il nuovo Runabout RHS Chronograph Automatic: un omaggio a questa duratura collaborazione. Il modello nasce in due serie limitate a 2.888 esemplari ciascuna.

Un’amicizia italo-svizzera di lunga data

Grazie a questa collaborazione, Frederique Constant ha creato numerosi segnatempo in edizioni limitate con lo scopo di sostenere la Riva Historical Society nella sua nobile missione. Ciascun modello trae libera ispirazione dall’heritage, dall’immaginario e dall’universo Riva. Prendendo in prestito alcuni tratti distintivi legati alla nautica ed al viaggio, la collezione battezzata “Runabout” esprime l’alta qualità ed il lusso che queste due Maison e le rispettive creazioni hanno in comune.

Il grande ritorno del cronografo

Nel 2020, questa collaborazione ritrova una complicazione mancata per diversi anni: il cronografo, un movimento che lega al passato sportivo della Maison Riva. Riva, infatti, dal 1962, propone su alcuni modelli un motore audacemente potente (2 x 185 CV) permettendo di assaporare appieno l’inebriante sensazione che può dare solo l’arte di scivolare sulle acque del Lago d’Iseo, culla della Maison Riva.

Ospitati In una cassa in acciaio da 42 mm, i due nuovi modelli Runabout RHS Chronograph Automatic hanno in comune il cronografo tricompax (ore 12, 6 e 9) animato dal calibro automatico FC-392, che garantisce 46 ore di riserva di carica. Le origini elvetiche di questi segnatempo si rivelano nel quadrante guilloché, finitura tradizionale dell’Alta Orologeria Swiss Made, grigio antracite o argentato a seconda della versione. Due lancette luminescenti volteggiano sulla data a ore 6, completate da una grande lancetta centrale dei secondi in acciaio brunito blu che ricorda i riflessi dei meravigliosi laghi italiani. La sfumatura del mare viene ripresa nelle impunture della versione con cinturino in pelle di vitello nera, ed arricchisce il cinturino del secondo modello con le impunture grigie.    

Due serie limitate 

Il carattere esclusivo di queste edizioni, strettamente limitate a 2.888 esemplari ciascuna, è indicato sul fondello del modello in due punti. Da un lato, con l’incisione del numero individuale di ciascun orologio. Dall’altro, l’originale serigrafia della bandiera ufficiale della Riva Historical Society, apposta sul vetro zaffiro del segnatempo. Il fondello a vista offre, agli appassionati della bella meccanica orologiera, la possibilità di ammirare i dettagli del calibro FC-392, che pulsa a 28.800 alternanze/ora (4 Hz), dotato di una massa oscillante color oro.

Ciascun modello viene presentato in un astuccio dedicato, che contiene la replica in miniatura del mitico Riva “ormeggiato” a lato dell’orologio.